Crea sito

Picchiata Sevcan Yasar, l’attrice che interpreta Aylin

Riportiamo una notizia sconvolgente! Ieri sul suo profilo Instagram, Sevcan Yasar ha pubblicato delle foto in cui compare ferita in volto e in diverse parti del corpo a causa di un atto di violenza da parte dell’ex compagno Sermiyan Midyad.

Sevcan Yasar picchiata dall'ex compagno

Tutti conosciamo Sevcan Yasar come l’attrice che ha interpretato Aylin nella serie turca DayDreamer – Le ali del sogno.

Sebbene Sevcan Yasar abbia recitato un ruolo da “cattiva”, è una donna bellissima (e buona dentro), con un fisico da fotomodella e uno sguardo magnetico.

Non ci saremo mai aspettati di dover scrivere sul nostro Blog, un articolo riguardante la violenza sulle donne. Eppure questo male sociale non guarda in faccia nessuna, a prescindere dalla professione e dallo stato sociale di appartenenza.

Facciamo subito una premessa. Ci scusiamo per eventuali errori, ma è molto difficile tradurre il turco.

I fatti che esporrò a breve sono accaduti a maggio del 2020. Tuttavia l’attrice li ha resi pubblici solo nella giornata di ieri. Mentre 4 giorni fa, ha pubblicato il tremendo audio che testimonia in maniera cruda la violenza dall’ex compagno.

Il fatto

Sevcan Yasar (@svcnysr) ha pubblicato, o meglio ha avuto il coraggio di pubblicare le foto e i documenti riguardanti la violenza subita. Sicuramente il post che mette più i brividi è quello contenente un brevissimo audio, nel quale si sente la voce di Midyad e le grida di lei!

Secondo quanto scritto dall’attrice (spero di aver tradotto bene), si sarebbe chiusa in bagno per chiamare la polizia. Il grido che sentite nell’audio è dovuto dal fatto che la bestia abbia sfondato la porta. Tutto quello che è successo dopo, è (purtroppo) ampamente rappresentato dalle foto…

Il mio pensiero

Chi scrive è un ragazzo. Esprimo tutta la mia vicinanza all’attrice Sevcan Yasar per la brutta violenza subita. Se posso dire il mio punto di vista, credo che una donna viva una violenza con un doppio dolore. Da un lato quello fisico e psichico, e dall’altro distrutta dalla paura di non aver il coraggio di denunciare la bestia che si ritrova accanto.

Ho ascoltato diverse storie di donne che hanno subito violenza. E in queste trovo sempre un punto comune. A prescindere dallo status sociale, tutte si ritrovano a essere sole e dunque questi animali hanno piede libero nello sfogare le loro frustrazioni.

Purtroppo quando una donna è sola, o meglio isolata da tutta la sua famiglia, è veramente difficile chiedere aiuto all’esterno. Credo che Sevcan Yasar abbia fatto un vero e proprio sforzo nel denunciare e rendere pubblica la sua drammatica vicenda.

Per protesta contro questo brutto fenomeno, non voglio nessun commento di complimento per l’articolo o le parole usate. Voglio solo FATTI!

Penso che fino a quando gli stati non applichino delle pene veramente dure e severe a questo genere di uomini, saremo sempre qui a fare i damerini nel dare sostegno morale alle vittime. Ma giustizia per loro 0!

Un affettuoso augurio

Auguro a Sevcan Yasar di uscire e riprendersi il più possibile da questa bruttissima esperienza di vita. E sopratutto che abbia giustizia!

Tu nella gloria, lui nella vergogna.

Ci tengo a ringraziare Deborah Z. per avermi segnalato questo bruttissimo evento. In realtà questi fatti dovrebbero essere sempre menzionati e riportati sulle prime pagine dei giornali e dei telegiornali per far capire alle donne che non sono sole. Tuttavia ribadisco che occorra il pugno di ferro da parte del legislatore e dell’autorità giurisdizionale di un paese per ridurre il più possibile tali eventi!

Per tutte le novità seguite la sezione TV del nostro BLOG.

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK