Sanremo, Fiorello e il doloroso retroscena del passato: “Mi ricorda sempre le lacrime”

. QuestoIn un’intervista al Corriere della Sera Fiorello rivela il motivo per cui il Festival di Sanremo è stato per anni uno scalino doloroso.

Dietro a ogni grande artista si può nascondere un passato complesso, dove il sorriso è l’unica arma per andare avanti. Lo stesso sorriso che l’ha reso l’uomo di successo che a oggi conosciamo. In un’intervista al Corriere della Sera, gli viene chiesto a Fiorello cosa fosse per lui la felicità, quel sentimento tanto ambito da tutti. Per l’artista la felicità non è quella che hai con il successo o con i traguardi, o meglio, non è sapendo di avere molte cose che provi questo sentimento. Lui la descrive come una sorta di sensazione effimera, passeggera, un po’ come quel vecchio detto che dice “La felicità sta dentro le piccole cose”.

Fiorello
Fiorello al Festival di Sanremo: il retroscena (fonte: ANSA) – fashionsoaptv.it

Tra il suo archivio di ricordi ritorna alla luce i momenti passati con il padre, come la volta che gli disse di fare il bagno in mutande anche se non aveva con sé il costume: “Questa sorta di trasgressione mi fece impazzire, ero piccolo, lui mi teneva per mano mi faceva girare in acqua. Ecco, in quel momento ho provato la felicità”. Tra vari ricordi della sua infanzia e la sua scalata al successo, ricorda di quel lontano 1990, dove dopo una lunga gavetta radiofonica, viene chiamato come inviato alla radio al Festival di Sanremo. Si è trattato di un traguardo davvero importante per lui, visto che ha segnato lo slancio della sua carriera, ma un evento drammatico spense la magia. Questo fu l’inizio di un periodo difficile: il Festival di Sanremo è per lui un luogo indubbiamente meraviglioso, ma al contempo complesso.

Fiorello e il retroscena: “La mia ritrosia per Sanremo nasce da questo evento”

Qualche anno fa, esattamente nel 2022, Fiorello rinuncia alla conduzione del Festival di Sanremo insieme ad Amadeus. L’evento divenne mediatico, vista la sua precedente presenza nel 2020. La motivazione indetta da Costanzo fu che lo showman “Fiorello è uno che non ama mai ripetersi. La verità è che Fiorello teme di risultare banale e ripetitivo se si trovasse per l’ennesima volta sul palco dell’Ariston a rifare le stesse cose“. La spiegazione può avere anche un senso, visto che per anni è stato etichettato l’uomo di Karaoke; tuttavia, scavando nel passato, lo stesso Fiorello ha rivelato un altro dettaglio in merito alla kermesse sanremese.

Fiorello Festival di Sanremo 2022
Fiorello Festival di Sanremo 2022 (fonte: ANSA) – fashionsoaptv.it

Nell’anno in cui partecipa come inviato radiofonico, suo padre morì tragicamente a causa di un infarto. Il fatto lo sconvolse parecchio, tanto che per diversi anni andrà malvolentieri al Festival anche solo come ospite. “Io ero all’inizio della mia carriera – racconta Rosario -, a Sanremo con Radio Deejay. Non so se l’ho mai detto ma la mia ritrosia per Sanremo nasce da questo evento”. Si è trattato di un evento difficile visto che come ammesso da lui stesso, “Il mare di Sanremo mi ricorda sempre le lacrime che quella sera ho versato per mio padre”.

A oggi lo showman è contento della sua famiglia e di ciò che ha costruito nonostante il dolore. Quando gli viene chiesto il momento più bello della sua vita parla anche di sua figlia Angelica: “È sempre difficile avere un dialogo con un’adolescente. Io e lei da soli in scooter, poi siamo andati a fare un bagno, guardandoci negli occhi. Se ci penso mi commuovo”.

Impostazioni privacy